Lo stivale italiano
Buttero è un nome carico di storia. Se ne rinviene l'etimo nel greco antico: butoros era colui che spingeva i buoi col pungolo. Buttero ancora oggi è il mandriano, il guardiano a cavallo di bufali, bovini o cavalli, specialmente nella campagna toscana. È l'autentico cow boy italiano. È nel legame forte e genuino con le tradizioni e con la terra toscana sta l'essenza profonda della nuova collezione Buttero – lo stivale italiano, una collezione che mostra tutto il carattere di ciò che ha solide radici. Ogni modello è realizzato con criteri costruttivi, materiali e forme dettati dai bisogni reali della vita di campagna e dell'equitazione ma segna anche un'evoluzione estetica, un adattamento alla vita metropolitana contemporanea. Proprio in questo sta l'unicità di prodotti che conservano tutto il gusto e il sapore della bellezza d'annata, confermata nel tempo eppure si distinguono per la loro "attualità". Le calzature Buttero sono la riprova di come ciò che è stato fatto in passato ha ancora oggi una sua validità. Sono stivali con una personalità affascinante, che hanno una storia da raccontare; sono stivali vissuti. Insomma, sono l'espressione del vintage più vero.
Dalla passione di Mauro Sani per il western di Sergio Leone e per il mitico Tex Willer nasce nel 1974 "Buttero", classico marchio toscano di stivali. Il buttero, noto in Maremma, terra aspra, un tempo battuta dai briganti, è la versione nostrana, forse meno eroica e un po' più malandrina, del nobile cowboy americano. Il nome, come banalmente si dice, era già un programma. Gli stivali d'ogni foggia e genere sono infatti la specializzazione della Buttero: da quelli tecnici da equitazione, a quelli tradizionali in vacchetta, a quelli moda realizzati in pellami pregiati. Nel campo degli stivali, già negli anni settanta, la Buttero vanta alcuni primati: la versione senza cerniera dello stivaletto mods, quello reso di culto dai Beatles; gli stivali con taschino per sigarette e cerini da calzare con i jeans a pelle Oggi la leggenda continua. Assieme al jeans gli stivali sono tornati di moda. Rappresentano un valore sicuro. Sono un'archetipo funzionale legato a un modo di vivere a diretto contatto con la natura. Significano il legame con le oneste tradizioni. Nell'epoca dell'immaterialità virtuale segnalano il bisogno, forse mai cosi acutamente avvertito, di mantenere i piedi ben saldi per terra. E poiché nel procedere ricorrente delle mode, tutto torna, gli stivali, realizzati in pellami pregiati ed esotici, fanno di nuovo tendenza: non più solo rustici, ma veri e propri gioielli da estremità per uomini e donne. Di questo ritorno la Buttero, che non ha mai tradito la sua specializzazione, facendo tesoro di esperienze e competenze maturate nel tempo, nel paese che, guarda caso è a forma di stivale, è l'eloquente emblema.